Le donne devono dormire di più altrimenti diventano nervose: lo dice la scienza!

Il professore Jim Horne, direttore del Centro di Ricerca sul Sonno, un dipartimento dell’Università di Loughborough, situata nel Regno unito, ha condotto uno studio sulla relazione tra le donne e la loro quantità di sonno. Avendo un cervello più complesso, infatti, lo studioso ha affermato che queste hanno bisogno di maggiore quantità di sonno, altrimenti diventano nervose, depresse ed aggressive. Ciò non avviene negli uomini perché il loro livello di tolleranza risulterebbe maggiore.


Il motivo di questa sostanziale differenza sta nel fatto che le donne sono multi-tasking, hanno cioè la capacità di eseguire più operazioni contemporaneamente, e quindi hanno bisogno di maggiore riposo.

Lo studio è stato condotto su un campione di 210 persone, uomini e donne di mezza età e si è notato come le donne avessero bisogno di almeno 20 minuti di sonno in più rispetto ai loro compagni dell’altro sesso. La quantità di sonno prevista è il risultato della complessa ed intensa attività del cervello nell’arco di tutta la giornata. Più cervello si utilizza quindi, più si ha bisogno di riposare e di dormire.

La ricerca del professor Horne non si è limitata solo alle donne, in quanto anche uomini che svolgono lavori complessi, nei quali vengono coinvolti il “processo decisionale ed il pensiero laterale”, sono risultati bisognosi di maggiore riposo e quantità di sonno rispetto alla media maschile.

La mancanza di un adeguato numero di ore di sonno nella donna provocherebbe alcuni effetti collaterali, come un forte aumento di stress psicologico e sentimenti di ostilità, rabbia e depressione.
Le cause sono dovute ad una maggiore difficoltà nel dormire delle donne, in quanto queste sono soggette ad un sonno più leggero e disturbato rispetto a quello degli uomini. Alcuni disturbi possono essere causati nella gravidanza dalla posizione e dal peso del bambino. Dopo il parto, inoltre, le mamme diventano ultrasensibili ai suoni emessi dal bambino e quindi tendono a svegliarsi più facilmente. Durante la menopausa, invece, sono le vampate di calore a disturbare il sonno, che riprende comunque la sua normale attività una volta finita la fase di transizione.
La soluzione a questo tipo di disturbo sarebbe riposarsi un’ora nel pomeriggio, in modo da recuperare così le energie perse.

Leave a Reply